20171201173229-DE_IMG_0001.jpg
2010

Le dernier été

Nuvole distanti e infinite, che pare di entrarci dentro. Assenze e presenze come pallidi sogni.
Sguardi, respiri, gesti perenni. 
Pensieri persi nel vuoto di un’ultima estate, di qualcosa che sfugge, di un luogo lontano nella memoria, che non abbiamo mai visto, forse, eppure conosciamo da sempre.
Una malinconica elegia, fermata per sempre nel ricordo di una felicità provvisoria.